Certificazione acustica degli edifici: rinviato esame in CdM
Venerdì 30 Luglio 2010 16:57
PDF Stampa E-mail

Accolta la richiesta di Uncsaal di una più attenta condivisione dei limiti tecnici.


Rispetto dei valori della Classe III per i nuovi edifici tra le richieste dei produttori di infissi al ministro Prestigiacomo


Il Consiglio dei Ministri del 30 luglio, contrariamente alle previsioni, non esaminerà il Decreto Legislativo che dovrà sosituire il DPCM 5.12.1997 “Requisiti acustici passivi degli edifici”, attualmente in sospensione per quanto concerne i rapporti tra costruttori-venditori e acquirenti di alloggi. Nello stesso provvedimento sarebbe stata introdotta anche la classificazione dei requisiti acustici degli edifici, accogliendo il riferimento alla norma tecnica UNI 11367/2010 emanata la scorsa settimana.

Ha avuto quindi effetto la lettera di UnCSAAL al Ministro per l'Ambiente Prestigiacomo all'interno della quale l'associazione dei produttori d'infissi in alluminio chiedeva di: 1) applicare il decreto legislativo sulla classificazione dei requisiti acustici degli edifici solo ai nuovi edifici, 2) considerare la correlazione con la Norme Tecniche per le Costruzioni e con la normativa sul risparmio energetico in edilizia, 3) prevedere la volontarietà della classificazione acustica delle unità immobiliari.

Le richieste di Uncsaal (Unione nazionale costruttori serramenti alluminio acciaio e leghe) erano indirizzate oltre al ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo anche al ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli e a quello dello Sviluppo economico Silvio Berlusconi.

I timori del comparto delle costruzioni... .


Fonte : [ Casaeclima.com ]