Fotovoltaico ed efficienza, cambia l'accesso al premio
Giovedì 02 Settembre 2010 15:38
PDF Stampa E-mail

Con il DM 6 agosto 2010 introdotte nuove modalità per l'accesso al premio per impianti fv abbinati all'efficienza energetica

Cambiano le modalità di accesso al premio per gli impianti fotovoltaici abbinati a un uso efficiente dell'energia. Queste modalità, previste all'art. 7, commi 1, 2 e 8 del DM 19 febbraio 2007 sono state infatti sostituite dai commi 8 e 9, art. 20 del nuovo Decreto ministeriale 6 agosto 2010 (pubblicato sulla G.U. n. 197 del 24 agosto 2010), inerente il terzo Conto Energia (2011-2013).

In una nota, il Gestore Servizi Energetici informa che le nuove modalità si applicano alle domande di ammissione al premio presentate al GSE a partire dal 25 agosto 2010. Le modifiche sostanziali ai fini dell'accesso al premio prevedono anzitutto che l'impianto fotovoltaico, operante in regime di scambio sul posto, sia realizzato sull’edificio oggetto della richiesta premio.


Edifici esistenti
Per quanto riguarda gli edifici esistenti, gli interventi migliorativi delle prestazioni energetiche devono essere effettuati sull’involucro edilizio (non devono interessare gli impianti); inoltre gli indici di prestazione energetica (sia invernale che estivo), di riferimento ai fini del calcolo della maggiorazione sulla tariffa incentivante, sono quelli relativi all’involucro edilizio.

Per quanto concerne il calcolo della riduzione percentuale degli indici di prestazione energetica (necessaria per la maggiorazione sulla tariffa incentivante, pari alla metà della suddetta riduzione percentuale) deve essere effettuato come segue:

[(EPe,invol ante + EPi,invol ante) – (EPe,invol post + EPi,invol post) x 100] / (EPe,invol ante + EPi,invol ante)]

dove EPe,invol è l'indice di prestazione energetica estiva dell’involucro edilizio, ante operam o post operam, e EPi,invol rappresenta l'indice di prestazione energetica invernale dell’involucro edilizio, ante operam o post operam.


Edifici di nuova costruzione
Per i nuovi edifici la maggiorazione sulla tariffa incentivante è del 30% se la prestazione energetica per il raffrescamento estivo dell’involucro è inferiore di almeno il 50% rispetto ai valori minimi di cui all’art. 4, comma 3, del DPR 2 aprile 2009, n. 59.

 

Fonte: [ CasaeClima.com ]